Impianto trattamento fumi da fusione del rame

Cliente

Carlo Colombo S.p.A.

Luogo

Pisa

Anno

2015

Portata

60.000 mc/h

Potenza elettrica installata

210 kW

Lo scrubber verticale per l’abbattimento delle emissioni è un impianto realizzato per ridurre il contenuto di sostanze idrosolubili o soggette ad idrolisi a carattere basico nei fumi provenienti dal forno fusorio pretrattate con sistema a secco.

I fumi pretrattati, provenienti dal filtro a maniche che precedere lo scrubber, sono convogliati alla colonna di abbattimento a due stadi di lavaggio che adotta processi di trattamento di tipo chimico – fisico basati sul principio del trasferimento delle sostanze gassose inquinanti dalla fase gassosa (aria aspirata) alla fase liquida (soluzioni di lavaggio) mediante absorbimento. Le soluzioni di lavaggio (chemiodetergenti) contengono reagenti chimici specifici selettivi e vengono portate in intimo contatto con l’aria da deodorizzare mediante l’impiego di opportuni corpi di riempimento che favoriscono e massimizzano l’azione detergente.

Soluzioni impiantistiche presenti

  • Scrubber a doppio stadio

Impianti di aspirazione e abbattimento emissioni da Nuovo stabilimento aurobit di pratella

Cliente

Colorobbia SpA

Luogo

Montelupo Fiorentino

Anno

2012

Portata

50.000 mc/h

Potenza elettrica installata

220 kW

Nei laboratori produzione si svolgono le operazioni unitarie previste per l’ottenimento degli intermedi e dei prodotti finiti: queste operazioni (attacchi acidi, solforazioni, etc.), nonché le attività di formulazione, travaso e manipolazione dei reagenti producono vapori di diverse caratteristiche che devono essere intercettati ed avviati ad idonee operazioni di rattamento per il conseguimento dei valori di emissioni normativamente richiesti.

Soluzioni impiantistiche presenti

  • Scrubber verticali
  • Scrubber orizzontali
  • Filtro a maniche

l’Impianto di trattamento aria per la riduzione del contenuto di polveri e odorigeni

Cliente

JV Bonnici - Sidercamma

Luogo

Gozo ( Malta )

Anno

2015

Portata

120.000 mc/h

Potenza elettrica installata

330 kW

L’impianto in oggetto deve essere utilizzato per il trattamento delle emissioni derivanti dalle lavorazioni effettuate all’interno del capannone per il trattamento rifiuti urbani dell’isola di Gozo. Il ciclo di lavoro prevede le seguenti fasi (per ciascuna delle 3 linee di processo):

− Selezione del reparto di lavorazione da mantenere in aspirazione
− Alimentazione aria grezza al Venturi scrubber e ciclone per l’abbattimento polveri;
− Alimentazione dell’aria depolverata alla Colonna di abbattimento – stadio acido: rimozione sostanze organiche di natura basica
− Alimentazione dell’aria depolverata e trattata in campo acido alla Colonna di abbattimento – stadio basico – ossidante: rimozione idrogeno solforato, sostanze di natura acida e sostanze suscettibili di ossidazione.

Soluzioni impiantistiche presenti

  • scrubber verticali a due stadi separati ( acido / basico ossidante )
  • Venturi scrubber
  • Ciclone

Impianto trattamento emissioni da essiccatore sanse

Cliente

Italiana Costruzioni 2000 Srl

Luogo

Monopoli (BA)

Anno

2015

Portata

70.000 mc/h

Potenza elettrica installata

100 kW

L’impianto per l’abbattimento emissioni odorigene è stato realizzato per ridurre il contenuto di sostanze odorigene idrosolubili o soggette ad idrolisi a carattere acido e riducente nei fumi depolverati provenienti dalla sezione di essiccamento della sansa. Il ciclo di lavoro prevede le seguenti fasi:

− Alimentazione dell’aria – 1° stadio basico – ossidante: rimozione idrogeno solforato, sostanze di natura acida e sostanze suscettibili di ossidazione.
− Alimentazione dell’aria trattata dal 1° stadio basico – ossidante – 2°stadio basico – ossidante: rimozione idrogeno solforato, sostanze di natura acida e sostanze suscettibili di ossidazione.
− Alimentazione dell’aria trattata dai due stadi basico – ossidanti – 3°stadio.

Soluzioni impiantistiche presenti

  • scrubber verticale a tre stadi separati (basico ossidante / basico ossidante / finissaggio ad acqua )

Impianto abbattimento emissioni da aria di processo

Cliente

Dermochimica SpA

Luogo

Agrate Brianza (MB)

Anno

2016

Portata

7.000 mc/h

Potenza elettrica installata

50 kW

Lo scrubber verticale per l’abbattimento delle emissioni è un impianto realizzato per ridurre il contenuto di sostanze idrosolubili o soggette ad idrolisi a carattere basico nell’aria di processo a prevalente componente acida.

L’aria  di processo proveniente dallo stabilimento viene convogliata alla colonna di abbattimento a due stadi di lavaggio che adotta processi di trattamento di tipo chimico – fisico basati sul principio del trasferimento delle sostanze gassose inquinanti dalla fase gassosa (aria aspirata) alla fase liquida (soluzioni di lavaggio) mediante absorbimento. Le soluzioni di lavaggio (chemiodetergenti) contengono reagenti chimici specifici selettivi e vengono portate in intimo contatto con l’aria da deodorizzare mediante l’impiego di opportuni corpi di riempimento che favoriscono e massimizzano l’azione detergente.

Soluzioni impiantistiche presenti

  • Scrubber a doppio stadio ( lavaggio basico )

Impianto trattamento fumi da fusione del rame

Cliente

Carlo Colombo S.p.A.

Luogo

Pizzighettone (CR)

Anno

2016

Portata

60.000 mc/h

Potenza elettrica installata

50 kW

Lo scrubber verticale per l’abbattimento delle emissioni è un impianto realizzato per ridurre il contenuto di sostanze idrosolubili o soggette ad idrolisi a carattere basico nei fumi provenienti dal forno fusorio pretrattate con sistema a secco.

I fumi pretrattati, provenienti dal filtro a maniche che precedere lo scrubber, sono convogliati alla colonna di abbattimento a due stadi di lavaggio che adotta processi di trattamento di tipo chimico – fisico basati sul principio del trasferimento delle sostanze gassose inquinanti dalla fase gassosa (aria aspirata) alla fase liquida (soluzioni di lavaggio) mediante absorbimento. Le soluzioni di lavaggio (chemiodetergenti) contengono reagenti chimici specifici selettivi e vengono portate in intimo contatto con l’aria da deodorizzare mediante l’impiego di opportuni corpi di riempimento che favoriscono e massimizzano l’azione detergente.